The Complete Peanuts

di Charles M. Shulz

Generalmente non sono un’amante dei fumetti (e infatti qui sul blog me parlo davvero molto raramente); ci sono però delle eccezioni, una delle quali è rappresentata dalle strisce che, forse per la loro brevità, essenzialità e l’essere auto-conclusive, sono in assoluto il mio “formato” preferito (non so se il termine “formato” sia corretto ma rende l’idea).

Le strisce dei Peanuts rientrano decisamente nei miei preferiti, non perché siano particolarmente legati a me per significati o ricordi, magari d’infanzia, ma perché mi hanno sempre affascinato i loro protagonisti, dei bambini-adulti che rispecchiano fedelmente le nostre contraddizioni e le nostre abitudini.

Il bello di leggere una raccolta cronologica delle strisce è il poter seguire la nascita e l’evoluzione dei personaggi, sia dal punto di vista grafico, sia caratteriale: questo primo volume raccoglie la produzione di Schulz dal 1950 al 1952, quindi parliamo ancora dei disegni più “vecchi” (addirittura nelle prime strisce Charlie Brown non ha ancora la sua tipica maglietta a zig-zag). I primi personaggi a nascere sono appunto Charlie Brown, Shermy, Patty, Violet e naturalmente Snoopy il quale inizialmente non ha pensieri propri ma è un cane “normale”. Con il passare degli anni nascono gli ultimi tre personaggi fondamentali del fumetto: Schroeder, Lucy e Linus che compaiono tutti come bambini molto piccoli per poi crescere con il trascorrere del tempo e con ritmi differenti (la crescita di Shroeder, nonostante sembri essere quasi coetaneo di Lucy alla sua apparizione, è più lenta di quella della bambina, che in breve diventa praticamente coetanea di Charlie Brown).

Molto interessanti infine sono stati l’introduzione di Garrison Keillor e la conclusione, che racconta la vita di Schulz e spiega il contesto in cui è vissuto e in cui sono nati e cresciuti i suoi personaggi: mi ha aperto gli occhi su significati che non avrei notato da sola. Non ho letto l’intervista finale perché era veramente troppo lunga e in più credo che a grandi linee gli aspetti importanti del pensiero nascosto dietro ai Peanuts fossero già stati affrontati nella parte precedente.

 

Il mio giudizio:

Formato: Hardcover
Pagine: 343
Edizione: Panini Comics 2005 (2004)
Inizio lettura: 16 novembre 2013
Fine lettura: 21 novembre 2013
Lettura n.: 50/2013

Covers:
altre

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: